Web per maggiori di 18 anni

Semi di Cannabis

Coltivare marijuana outdoor

Piantare cannabis outdoor con Philosopher Seeds

In questo articolo vi spiegheremo come ottenere un buon raccolto outdoor con le varietà proposte nel nostro catalogo, visto che prima di tutto, un passo molto importante sarà scegliere dei semi di marijuana che si adattino bene alla nostra situazione geografica ed al nostro metodo di coltivazione.

Semilla Amnesika

Sem e di Marijuana Amnesika 2.0

Come scegliere semi di cannabis da coltivare outdoor?

Nel momento in cui dobbiamo scegliere i semi di cannabis da coltivare outdoor, bisogna tenere in considerazione quattro fattori: qualità, produzione, dimensioni e precocità (o resistenza alle muffe). Per andare sul sicuro, vi raccomandiamo Early Maroc che ci offre una fioritura molto breve e si adatterà a qualsiasi luogo. In realtà, è una varietà che si definisce come perfetta da outdoor visto che riunisce questi 4 punti.

Early Maroc

Early Maroc outdoor vicino ad altre piante ad inizio della fioritura

D’altro canto, se non abbiamo un clima troppo umido a fine stagione estiva, possiamo optare per varietà di marijuana più produttive come Guayita, Black Bomb, Fruity Jack / Jack El Frutero, Sweet Love o Easy Haze / K-13 Haze.

Jack el Frutero

Fruity Jack / Jack El Frutero gigante outdoor

Easy Haze / K-13 Haze

Easy Haze / K-13 Haze in crescita

La coltivazione di marijuana autofiorente è un’altra buona alternativa per coltivare outdoor dato che potremo realizzare 3 raccolti durante tutta la stagione. Inoltre, sono adatte da coltivare in balconi o terrazze grazie alle loro dimensioni accettabili. Cheesy Auto, Fraggle Skunk e White Yoda sono piante automatiche che si sviluppano a meraviglia nelle coltivazioni outdoor.

Dove piantare marijuana outdoor?

La prima cosa che dobbiamo decidere una volta ottenuti i semi è il luogo dove le coltiveremo. Per questo ci assicureremo di trovare un luogo vicino ad una fonte d’acqua, giacché la cannabis ha bisogno di abbastanza acqua durante i caldi mesi estivi. Di solito il maggior problema di chi vuole coltivare in “guerrilla” è che significa piantare nel mezzo del bosco, lontano dalle zone urbanizzate.

Cannabis Philosopher Seeds

Ibrido marijuana Sativa/Indica

Sia in vaso che direttamente in terra, cercheremo le posizioni dove le piante avranno più ore di sole diretto. E’ imprescindibile un minimo da 5 a 6 ore di sole diretto per ottenere un raccolto abbondante, però se si può, quante più ore è meglio.

In terrazze e balconi, vigileremo che non sia un luogo troppo ventoso, anche se con tutori e stando attenti alla necessità di acqua delle piante, è un problema che si risolve rapidamente.

Philosopher Seeds

Coltivazione in terrazza Philosopher Seeds

Coltivare marijuana direttamente in terra o in vasi?

Coltivare marijuana in terrazze o in balconi con vasi è molto comune, e per quello, vi raccomandiamo di utilizzare volumi tra gli 11 e i 25 litri per varietà autofiorenti e tra i 25 e i 100 litri per semi di cannabis femminizzata e regolare con fotoperiodo “normale”. Early Maroc è un eccezione e raccomandiamo, per questa pianta, vasi tra i 25 e i 60 litri.
Coltivare in vasi ha vantaggi e svantaggi. Uno dei vantaggi dei vasi è che sono comodi e in caso di eventuali problemi, ladri che si aggirano o imprevisti, si possono spostare. I vasi danno anche la possibilità, nel momento in cui bisogna dare acqua e fertilizzanti alle piante, di avere un controllo più completo. Così sapremo di quanti litri di acqua hanno bisogno le piante e ci permette anche un buon drenaggio, in modo che riescano ad assorbire i nutrienti necessari in ogni momento ed evitando l’eccesso di azoto a fine fioritura.

Con i vasi dobbiamo aver cura che il vento non le faccia cadere e asciughi il substrato. In piena estate bisogna stare attenti a non far restare la pianta senz’acqua. Molti coltivatori esperti optano per un’irrigazione automatica per soddisfare la grande necessità di acqua durante i mesi più caldi. Sia o no il caso, ci adopereremo per annaffiare di mattina se la temperatura è bassa e di notte durante i mesi più caldi.

Per far sì che le radici non soffrano troppo quando il sole riflette contro i vasi, cercheremo di utilizzare vasi bianchi o camuffandoli, così eviteremo che si cuociano le radici.
Coltivare marijuana direttamente in terra ed in un luogo riparato, è il sogno di ogni coltivatore. La madre terra di solito apporta sfumature alla nostra erba che difficilmente si ottengono con l’indoor. Per coltivare cannabis in questa maniera, la prima cosa è trovare un posto veramente sicuro e scavare un buco di almeno 50 x 50 cm, e idealmente molto più grande. In questo buco, prepariamo il substrato che consigliamo a continuazione.

Philosopher Seeds

Comparando 2 sative

Philosopher Seeds

Spettacolare Gokunk

Preparazione di substrato organico per produzione di marijuana in vasi o in terra direttamente:

  • Light Mix (che già contiene alcuni dei componenti seguenti)
  • Humus di lombrico
  • Nutrihemp (preparazione di alghe e cenere)
  • Perlite
  • Fibra di cocco
  • Guano di pipistrello
  • Micorrize
  • Tricodermi

Le proporzioni di questa miscela di substrato possono variare in base a ciascun coltivatore. È inoltre possibile aggiungere altri tipi di modifiche di nutrienti come per esempio sterco di cavallo, sangue in polvere, farina di corna, farina di ossa… Attenzione però, questi tipi di fertilizzanti attirano cinghiali, conigli ed altri animali che potrebbero deliziarsi con le nostre piante, se la coltura avviene in campo aperto. In questo caso, un filo metallico o una certa protezione saranno necessari. Se si opta per sterco animale, avremo l’accortezza di non usarlo nel caso in cui sia troppo freddo, perché è eccessivamente ricco in nutrienti e potrebbe bruciare le piante.

Alcuni coltivatori aggiungono altri materiali come fibra di cocco, vermiculite o argilla vulcanica per migliorare la consistenza del substrato.

Cannabis

Pianta di marijuana in vaso da 50 litri

Quando germinare semi di marijuana outdoor?

Indipendentemente dal luogo o dall’emisfero dove vogliamo coltivare, dobbiamo sempre tener conto che non si fanno germinare semi di cannabis se il clima è troppo freddo. Nel sud Europa, si inizia di solito a coltivare outdoor a partire da metà maggio, però si può iniziare perfettamente fino ai mesi di giugno/luglio. Quanto più tardi pianteremo le nostre piante di marijuana, più piccole rimarranno e avremo anche più rischio, a fine coltura, che si creino muffe.

Cannabis Philosopher Seeds

Seme di Heaven’s Fruit germinando

Una volta che saremo sicuri che le temperature non porteranno gelo e che il tempo all’esterno sia sufficientemente caldo, procediamo alla germinazione, le passiamo in vaso e vigileremo che le piantine non siano alla portata di insetti o animali divoratori. Per questo, alcuni coltivatori tagliano una bottiglia di plastica a metà, e togliendo il tappo, diventa una mini-serra per la prima fase di crescita. Iniziare le 3 o 4 prime settimane di coltivazione sotto luci artificiali e con materiale per la coltivazione indoor adattato, permette di tirar fuori le piante riducendo i rischi legati al mal tempo e ai depredatori.

A partire da lì, ci restano la pazienza ed il sudore dei nostri sforzi che verrà ricompensato dalla miglior erba del mondo, la nostra.

Piante Philosopher Seeds outdoor

 

Restano molte cose da dire in quanto a coltivazione outdoor, e vi promettiamo tanti post in relazione a questo tema che ci appassiona così tanto.
Se avete qualche dubbio, ci potete lasciare un commento e vi aiuteremo.

The articles published by Philosopher Seeds are reserved for adult clients only. In France, the age of majority is set at 18 years old. Consult your country's legislation and obey it. Philosopher Seeds is a Spanish company governed by Spanish law and can not, in any case, be held responsible for any misuse or non-compliance with the laws and regulations specific to each country, in relation to the articles published on its Blog. We remind you that the cultivation of cannabis seeds on French territory is strongly prohibited by law. We do not encourage our customers to break the law in any way and are not responsible for their use.



Domande e commenti su Coltivare marijuana outdoor

  • Giulia

    Ciao! Premetto di aver trovato davvero molte informazioni utili finora, ma non ho ben chiara una cosa.. Sto coltivando una pianta di Cream Caramel (indica 90%) outdoor sul balcone. Avendola piantata a luglio è di dimensioni un po ridotte. La fioritura è cominciata, ma ho una gran paura che il raccolto vada male perché questi giorni è sempre nuvoloso nella mia zona. Il tempo nuvoloso è effettivamente pericoloso per la mia piantina?

    • Alchimix

      Ciao. Dipende se questa pianta è già in fioritura molto avanzata, perché potrebbe succedere che l’umidità entri nelle cime e che inizino a crearsi muffe. Cream Caramel è una varietà che non conosciamo molto bene visto che non è del nostro catalogo.

      Speriamo tu possa raccogliere senza problemi e godere della tua erba. Saluti.

  • Davide

    Ciao, premetto che sono un neofita totale nella coltivazione, ho un problema con la mia piantina di moby dick autofiorente. L’ho piantata il 2 di settembre per la precisione e ad oggi è cresciuta pochissimo (outdoor dentro un vaso) prende regolarmente tutti i giorni (a parte quando è nuvoloso) il sole (circa 7 ore al giorno), ma come ripeto sembra crescere a rilento sapete dirmi la motivazione del perchè , ed eventualmente dirmi cosa posso fare per aiutarla?
    grazie in anticipo
    Davide

    • Alchimix

      Le autofiorenti e le piante di marijuana in generale hanno bisogno di più di 7 ore di sole diretto per fiorire correttamente. Questo è il principale motivo, ma potrebbe essercene un altro. Che tipo di terra stai utilizzando? In vasi da quanti litri? Ti consigliamo di leggere il post sulla *Coltivazione di autofiorenti outdoor*. La varietà di cui ci parli è di un altro banco si semi, quindi non la conosciamo a fondo. Ti invitiamo a provare le nostre varietà per la prossima volta. Sarà un piacere per noi aiutarti ad ottenere degli ottimi risultati. Saluti.

  • Davide

    Il vaso è da 25 litri, e siccome totalmente neofita come terra non sapendo se poteva andare bene ho utilizzato un pacco da 20 litri di compo sana per piante fiorite, come fertilizzante ho utilizzato dei fertilizzanti a lento rilascio. e più di questo non so che dire cerco di fargli prendere più sole possibile anche se ultimamente nella mia zona in questi giorni è sempre nuvoloso purtroppo. comunque grazie per avermi aiutato e la prossima volta farò tutto con tutto con Voi grazie ancora.

    • Alchimix

      Ciao. Il volume dei vasi è corretto. Perciò è dalla terra “Compo” che potrebbero derivare i problemi. Non conosco esattamente la composizione di questo in particolare, però questo tipo di terre di solito non hanno un pH e un livello di nutrienti adatti per la cannabis. La terra che potresti comprare nei Growshops specializzati in marijuana generalmente si aggira intorno allo stesso prezzo. Te lo consiglio. Spero che torni a splendere il sole e che illumini sufficientemente la tua pianta affinché tu possa gustarla al meglio. Saluti

  • Tomalele

    Buongiorno ho un paio di domande sulle mie bimbe; ho una jeck herer è una skywalker kusc dirette in terra outdoor in giardino. Le piante sono nate entrambe il 2 giugno ; sono in piena fioritura. Ho usato terreno bio ricco azoto X crescita ed infatti la prima è un albero di Natale di oltre 2 metri la seconda è sui 160cm ma è un cespuglio molto largo ; da settimane compenso con fertiluzzante X fioritura Rocco di potassio e fosforo . La mia domande e; il ciclo intero di entrambi indica 8/9 sett di fioritura quindi 15/20 ottobre finisc…. Siccome iniziano gg piene di pioggia mi conviene tagliare prima o coprirle perché ho paura di muffe e acqua in eccesso ad oggi le scuoto per liberarle dall acqua in eccesso e sono perfette; i filimanti bianchi X il 70% sono marroncino i non ho modo di controllare i tricomi che dite se taglio 5/6 gg prima prima che rovini 4,5 mesi di duro lavoro ?? Grazie

    • Alchimix

      Ciao. Le piante delle quali ci parli non sono del nostro catalogo, perciò i consigli che ti daremo sono orientativi. Se vedi che le previsioni del tempo non sono buone e che molto probabilmente pioverà, la cosa migliore sarebbe tagliare le piante. Se non lo fai adesso, è possibile che inizino a fare muffe e perderai una buona parte del raccolto. Per l’anno prossimo ti possiamo raccomandare di optare per varietà come la Early Maroc che, come suggerisce il nome, è molto precoce. Potresti piantare anche Naranchup, Black Bomb e Amnesika 2.0.
      Saluti

  • Enzo vitale

    Ciao io ho piantato 3 semiautofiorenti di cui killer kush,sour diesel e critical jack..li o buttati in acqua il 22 marzo e sn uscite le linguette l 1 aprile tutti e tre poi li o messi in ovatta umida per far allungare le linguette (radici)e il 2 aprile li spostati nei cubetti di terreno e sn sbocciati tutti durante la prima settimana di aprile il 4 aprile sn usciti tutte le prime foglie e li o messi nei vasi da 11 lt cn terreno plagron ora sono il 10 Aprile sono cresciute bene nn hanno un segno di carenza sn tutte e tre uguali di forma mi dovrei ritrovare le piante finite per la fine di maggio che dici crescono bene aprile e maggio mi trovo al Sud Italia vivo vicino a zona di Mare o e troppo presto sono autofiorenti eh ricorda,…. aspetto una vostra risposta

  • Blu berry kush

    Ciao cosa succede se per 2 giorni non ricevono luce diretta? Out door

  • Besarb Malasi

    Salve, intanto grazie del vostro aiuto! Ho avviato la coltivazione outdoor, oggi ho messo i semi nei vasi (dopo 2 giorni e mezzo lasciati al buio). Mi è venuto un dubbio. La notte devo spostare la piante all’interno? Ho paura che il freddo le blocchi la crescita. Solitamente la notte in Liguria fa abbastanza freddo… Mi è venuto questo dubbio soltanto ora. Grazie in anticipo!

  • Alessandro

    Salve, vengo dal sud italia, da me le giornate cominciano a farsi molto calde (siamo al 17 di giugno). Vorrei sapere se mettere i miei nuovi germogli sotto un paio di lampadine compatte fluorescenti per qualche giorno (al max una settimana) è un’idea migliore che metterle direttamente esposte al sole diretto. Inoltre che potrei fare per raffreddare la pianta quando le giornate supereranno i 35°? Ho letto che oltre questa temperatura la pianta comincia a soffrire. Sono tutte autofiorenti, spero che mi risponderete, grazie in anticipo!

  • bruno

    Ciao
    Complimenti Philosopher Seeds! I vostri ceppi sono davvero fantastici, ho da poco terminato una fruityjack è fantastica! un aroma dolcissimo e bud ricoperti di tricomi, ho estratto BHO da questo strain e il gusto aroma che ha è qualcosa di paradisiaco! Complimenti ottimo lavoro!

  • yeah Farthecar

    Vivo in Sud Italia e vorrei trovare delle piante da coltivare outdoor sul mio terrazzo (maggio/giugno) che non siano molto alte e vistose e che non puzzino troppo in fase di crescita 🙂 possono ricevere la luce solare diretta dalle 8:00 fino alle 14 (poi il sole si sposta e la terrazza rimane in ombra) sarebbe perfetto trovare un buon mix di raccolto/thc potente/ dimensioni pianta contenute e poco odore di erba in fase di coltivazione.. è la mia prima volta e ho poca esperienza… aiutatemi a fare la giusta scelta 🙂

  • Nedo

    ciao! domanda… posso utilizzare dello sterco di serpente nel substrato del vaso? se si come devo prepararlo?

    • Marta Jáimez

      Ciao, quando noi coltiviamo usiamo tendenzialmente dei fertilizzanti preparati con la stessa dosi e concentrazione di NPK.Nella pagina Alchimiaweb potrai vedere una grande varietá di fertilizzanti specifici biologici e in diverse quantità. Nei fertilizzanti naturali tipo sterco é molto difficile riconoscere la concentrazione della NPK che deve sempre essere la stessa potenza, ad ogni modo ti consiglio di informarti e provare senza dubbio!

  • Fulvio

    Ciao, mi servirebbe un consiglio: ho delle piante di 4m in outdoor in Sicilia siamo quasi a metà settembre e sono in fioritura, le concimo con atami PK 15/14 1 ml a litro e canna bioboost 4 ml ogni litro, 2 volte a settimana… Cosa ne pensate?Vado bene?o posso dare altro? Grazie per la risposta…

  • Luciano

    Ciao ho bisogno di alcune informazioni, ho piantato a giugno tre semi di Skank sul mio terrazzo costantemente illuminato dal sole essendo al sesto piano. Le bimbe sono cresciute perfettamente adesso sono in fase di fioritura e siamo al 25 settembre… la mia paura è: stanno iniziando a calare le temperature e di notte scendiamo ai 10 – 12°, c’è rischio di rovinare tutto? Non ho possibilità di portarle in casa. Cosa devo fare? Help thanks

  • Max

    Ciao ho una domanda,ci sono un mare di strain di marijuana vorrei capire se la canapa ho cannabis inizia la fioritura lo stesso periodo ho ogni ceppo ha il suo tempo?

    • Berto

      Ciao Max,

      Le piante di marijuana maschile (canapa) e le piante di marijuana femminile (cannabis) fioriscono contemporaneamente.

      Le piante di marijuana maschile quando fioriscono formano campane raggruppate in pannocchie che pendono e sono piene di polline. Le piante femminili quando fioriscono formano calici a forma di lacrima da cui due peli, normalmente bianchi chiamati pistilli, si uniscono e formano insieme quelli che normalmente chiamiamo gemme.

      Saluti !!

  • Salvatore

    Ciao ho piantato un seme a fine aprile e oggi dopo 5 mesi ancora non fiorisce ci sono piccoli peletti bianchi e anche rossicci ma ancora nessun fiore vero e propio cosa devo fare?

    • Berto

      Ciao Salvatore,

      È possibile che tu abbia un lampione o un riflettore che illumina il luogo in cui si trova la tua pianta di notte? In tal caso, la tua pianta subisce un inquinamento luminoso, questo riflesso di luce durante la notte mantiene la pianta in uno stato vegetativo impedendole di fiorire.

      Se la tua pianta è priva di luce durante la notte, è possibile che la varietà che stai coltivando abbia una fioritura tardiva o che il tuo seme appartenesse a una varietà sativa landrace che ha fino a 20 settimane di fioritura.

      Spero che questa informazione ti aiuti, saluti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dinafem
  • Barney's Farm
  • Dutch Passion
  • Sensi Seeds
  • Sweet Seeds